Inno a Guglielmo Marconi e alla Radio

A Pontecchio Guglielmo Marconi non stava sul divano, studiava giorno e notte un marchingegno strano, che aveva costruito con grande sacrificio, per dimostrare al mondo che un elettrico segnale, se buca l’atmosfera, andrebbe assai lontano.
Un dì, di buon mattino il giovane Marconi, piazzato l’apparecchio trasmittente nel giardino di villa Griffone e l’apparecchio ricevente al di là di una collina prospicente la villa, si apprestava ad inviar segnali di alfabeto Morse al fido cacciatore, che istruito assai bene ad ascoltarli, avrebbe poi sparato un colpo di fucile.
Dopo aver battuti col tasto tre segnali, tutti i presenti udirono lo sparo di fucile che segnalava al mondo un grande evento: Era nata la radio!
Il telegrafo era morto i fili eran tagliati. Le onde radio danzavano nell’aria in un turbinio pazzesco alla velocità della luce! Era nata una invenzione sorprendente costruita da un genio chiamatosi Marconi.
Dopo quel giorno cento e più anni son passati, le onde della radio si sono propagate in cielo e poi scontrate in una danza infinita senza velo.
Nel mondo si trasmette da ogni luogo, radioamatori siamo! Ci parliamo sul serio e poi per gioco, siamo sospinti a far nuove scoperte. Anch’io e i miei colleghi siamo tali, studiato e fatto esami. Ci han dato la patente e la licenza a tutti uguali!
La passione ci spinge a migliorar le trasmissioni, gli apparati ed i collegamenti sempre facciamo, senza stancarsi mai, sempre inventare, sempre studiare, imparare, sognare!
Noi ARI Nazionale, noi ARI Pontedera, noi Protezione Civile, sempre all’ascolto, sempre a soffrire sen non facciam del bene alla nostra Nazione, ai colleghi o a chi ha bisogno!
Noi siamo il sogno di un mondo migliore in questo tempo difficile che ci tormenta il cuore! Ma non ci spaventiamo, andiamo sempre avanti, senza lacrime e pianti!
Sei stato tu Marconi che ci hai dato di fare come facevi allora: Sempre a sognare!
La radio è nostra vita è il nostro amore buchiamo l’universo con le onde, siamo grandi noi Radioamatori! Per molti secoli saremo i costruttori di pace e di cultura, la tecnica e la vita sarà nostra e più sicura! Grazie Guglielmo, la Radio sia con noi!

Marcello Melai, IW5ACL
ARI PONTEDERA (PI) 2021.

(14)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Navigando su questo portale web, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e/o terze parti. Maggiori informazioni

Questo sito, o parti di esso, utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando la navigazione senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi